chi sono

Gandalf il Bianco al secolo Marco Sacco.

Ormai quarantenne, sono uno degli primi fortunati ad essere riuscito ad entrare nel mondo informatico agli albori di questo, ovvero nel momento in cui in Italia nasceva l'era digitale. Era il 1992 quando mi diplomai all'ITIS come perito tecnico informatico, corso nato pochi anni prima.

Finite le scuole cominciai a muovermi tra libri e lavori, tra ripetizioni di analisi e programmi al 486 dx II. La voglia di indipendenza mi ha sempre spinto a fare tutto da solo e quando trovai il mio primo lavoro, in una ditta di sviluppo di prodotti multimediali, fui tra i primi ad approcciare Internet. Dopo quasi un anno da collaboratore (coordinato e continuativo) sentii la voglia di provare a staccarmi dal "datore di lavoro" e diventai socio attivo di una Start-Up di informatica spin-off dell'allora terzo provider italiano Nexus. Confesso però che a quel tempo si chiamavano società "appena aperte costole di", altri tempi, altra era.

Cominciai così a lavorare seriamente in Internet!

Affrontai le problematiche di una rete che veniva gestita tra doppini telefonici e modem a cascata, la banda era un miraggio e pur non parlando di "digital divide" si fantasticava sulla capacità di banda dei cavi americani.

Insieme ad un gruppo di amici, diventati poi Veri Amici, in quel tempo si fanno nottate, si gioca a Tekken, si sputa sangue e si cresce in un mondo che offre qualcosa di mai visto. Comincia ad essere importante parlare inglese, capire termini, allargare la mente, in una parola "crescere" davvero. Arrivano nuovi volti, qualcuno va via, chi rimane si salda. 
Così sono passato dalla programmazione html alla grafica 3d, da photoshop a illustrator, ho studiato l'asp, installato windows server, smontato schede e fatto perizie per la polizia postale.

Sto andando verso la fine del secolo “specializzandomi” ad avere una chiara idea globale della situazione, tanto che viene fuori la mia spiccata capacità di problem solver.
Divento puntuale negli interventi logici e intuitivi per la risoluzione di problemi con una schematicità mentale che non sapevo di avere anche perché ho da sempre preferito dare sfogo alla mia vena creativa, anche se qualcosa, come la passione per i numeri, il mio sport professionistico cioè il karate e la mia passione per la moto mi dovevano far pensare ad una parte "rigida" del mio io più profondo.

Accompagnando il tutto con una buona facilità nelle relazioni ed una spiccata dialettica, il mio ruolo va pian piano definendosi in Account (felpa e jeans) dell'agenzia di comunicazione ovvero a PR della società, che nel frattempo ha visto cambiare molti membri, sciogliere le vecchie compagini e riorganizzare tutto con pochi elementi.

La concezione visionaria di lavoro del vecchio gruppo rimane molto viva in me, mentre con l'avanzare dell'età, le visioni imprenditoriali cambiano, così come gli schemi e gli esercizi di stile della produttività, al punto che nel 2010 decido di camminare in tutto e per tutto da solo, abbandono la compagine societaria e apro una partita iva dopo 15 anni di gestione societaria condivisa.

In pochi anni la mia esperienza e la mia organizzazione mentale hanno la meglio, la mia crescita riparte a grandi passi alimentata dalla voglia di rivalsa nei miei stessi confronti e nei confronti dei molti sforzi che per anni non hanno portato i risultati sperati.

Ricomincio da alcuni clienti che ritengo di poter gestire da solo, e tutto riparte, il volano accelera, crea un vortice che attira altri clienti, do il meglio di me, come in tutto, come sempre, e questo raccoglie i complimenti ovvero i frutti sperati, superando le più rosee aspettative.

A questo punto devo ricostruire una struttura produttiva per poter proseguire. Comincio a fare "rete" tra i contatti di amici, parenti e persone serie. Prediligo le persone che credono seriamente a quello che dicono, mi fido, metto alla prova me stesso e le persone che accettano la sfida, così da riuscire a coinvolgere oltre una ventina di professionisti che hanno la voglia di lavorare bene e con lo stimolo giusto.

La mia consulenza quindi abbraccia tutto il mondo informatico con un'alta capacità di problem solving e product solutions research nell'ambito dell'information technology; dall'hardware al software, con la possibilità di svilupparne di proprietario in qualsiasi linguaggio e per qualsiasi piattaforma, fino ad arrivare alla comunicazione; above the line e below the line, siti internet, campagne virali, social, organizzazione eventi, gestione mezzi, architetture per eventi.

Quindi la risposta alla domanda "chi sono?" è: il consulente giusto per far crescere una struttura in tutto l'ambito ITC perché referente di una squadra che abbraccia il lavoro e che produce prodotti e servizi di alta qualità.


SOCIAL


 

Ne vuoi sapere di più?

Scrivi qui la tua email, ti contatteremo noi quanto prima e verrai inserito nelle newsletter in occasioni di:
sconti particolari, offerte speciali, eventi e social discussion.